Regolamento

Regolamento Interno di Obiettivo 50

Preambolo
Questo Regolamento Interno ha lo scopo di precisare le norme per il funzionamento di Obiettivo50

1. Missione

La missione di O50 è di Costituire ed Attivare una rete di competenze professionali, associando persone fisiche di elevata professionalità, decise a perseguire in tutta maturità il loro obiettivo professionale individuale, Condividendo e Valorizzando le proprie conoscenze.

2. Modalità di perseguimento della Missione

L’Associazione è una rete indipendente al servizio delle imprese formata da Dirigenti ed altre professionalità elevate, che manifestino la volontà di aderire ad essa e che sono accuratamente selezionate in base al livello delle loro competenze.
L’associato fa parte di un’organizzazione ed è chiamato a recitare in essa un ruolo attivo condividendo con i colleghi le proprie conoscenze, mettendole al servizio di programmi tesi a valorizzare le professionalità degli associati, nei contatti con Istituzioni ed Imprese.
In particolare il socio è chiamato a promuovere O50 quale rete di competenze di servizio alle imprese ed altri attori economici allo scopo di creare opportunità professionali per gli associati con piena soddisfazione professionale.
O50 non intende per statuto operare come intermediatore, infatti, quando una soluzione professionale è raggiunta, O50 non applicherà alcun onere né a carico dell’impresa né tanto meno a carico dell’associato. E’ quindi il Socio stesso o i Soci che negoziano in prima persona il proprio contratto con la controparte.
Il manager continuerà in ogni modo ad usufruire del supporto delle competenze dell’Associazione nell’ottimizzazione del suo nuovo contatto di lavoro.
Al manager sarà inoltre richiesto di non rinunciare alla propria qualità di Socio anche una volta firmato un nuovo contratto di lavoro e di continuare ad operare in favore di O50, compatibilmente con gli impegni del nuovo incarico.
I soci di O50, oltre a perseguire strategie individuali per ricerca di una nuova soluzione professionale, potranno unirsi tra loro in iniziative imprenditoriali giuridicamente indipendenti da O50.
Queste nuove imprese potranno, sponsorizzando l’associazione, godere delle elaborazioni strategiche sviluppate in O50, che verranno condivise con tutti gli sponsor con modalità di assoluta trasparenza.
Lo sviluppo di una strategia verso gli sponsor è parte integrante del piano di sviluppo di O50, quale sorgente di finanziamento, avendo O50 scelto di non gravare se non in misura simbolica sui Soci attraverso la quota di associazione.
Le imprese sponsor di O50 godranno di un accesso preferenziale al data base di competenze presenti nell’Associazione stessa. I dettagli dei legami con società sponsor sono illustrate al paragrafo 5.

3. L’Associazione

Articolo 1 : Composizione
O50 è composto dai seguenti associati:
• Soci fondatori;
• Soci ordinari;
• Soci onorari;
• Soci benefattori

Articolo 2 : Contribuzione
I Soci Onorari non sono tenuti a versare la quota di associazione annuale salvo che non decidano di effettuarlo liberamente, di loro volontà.
I soci Benefattori sono tali perché versano una contribuzione superiore alla quota annuale fissata ogni anno dall’Assemblea Generale.
I Soci Ordinari devono versare la quota di associazione annuale.
L’importo di tale quota è stabilito ogni anno dall’Assemblea Generale Ordinaria secondo la seguente procedura:
– l’importo della quota associativa annuale è rivisto ogni anno dall’Assemblea Generale Ordinaria, su proposta del Comitato Esecutivo;
– la delibera è presa a maggioranza semplice dei voti espressi. Il versamento della quota associativa annuale sarà effettuato preferibilmente tramite bonifico bancario a favore dell’Associazione, oppure, tramite rimessa diretta al Tesoriere;
– La quota associativa copre un anno solare e non può essere rimborsata, neanche parzialmente nel corso dell’anno, in caso di dimissioni, de esclusione o di decesso di un socio

Articolo 3 : Ammissione di nuovi soci
O50 ha come vocazione di accogliere nuovi associati per allargare il portafoglio delle competenze potenziando, in un circolo virtuoso, le proprie capacità di facilitare il reinserimento nel ciclo economico dei Soci.
I candidati soci dovranno percorrere la seguente procedura di ammissione:
– presentazione di una richiesta attraverso il sito Internet www.obiettivo50.it, oppure su www.objectif50.net.
– il richiedente effettuerà un colloquio di selezione avente lo scopo di validare le competenze e le esperienze professionali dichiarate e, nello stesso tempo, di accertare che la missione e gli obiettivi individuali siano coerenti con quelli dell’Associazione;
– ogni richiesta così inoltrata sarà esaminata dal Comitato Esecutivo;
– la decisione del Comitato sarà notificata per iscritto al richiedente entro un mese dalla data di ricevimento della domanda;
– l’adesione sarà effettiva dalla conferma dell’avvenuto pagamento della quota associativa;
– il nuovo socio verrà invitato ad inserirsi in un Polo di Attività e ad inserire il proprio profilo professionale sul sito.

Articolo 4 : Esclusione
Secondo quanto descritto all’Articolo 7 dello Statuto è prevista una possibilità di appello contro l’eventuale decisione di esclusione di un Associato da parte del Comitato Esecutivo.

Articolo 5 : Dimissioni – Decesso
Il socio dimissionario dovrà comunicare la sua decisione al Presidente con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Nessuna restituzione di quota associativa è dovuta al socio dimissionario.
In caso di decesso, la qualità di socio si esaurisce.

§4. Struttura e funzionamento dell’Associazione

Articolo 6: Assemblea Generale ordinaria
In conformità all’articolo 10 dello Statuto dell’associazione, l’Assemblea Generale ordinaria si riunisce una volta l’anno al più tardi entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio su convocazione del Consiglio di Amministrazione.
Le convocazioni e l’ordine del giorno sono inviate dal Vice Presidente almeno 15 giorni prima della data prevista.
Il voto si esercita per voto depositato nell’urna gestita dal segretario di turno.
Il Presidente, assistito dai membri del Consiglio di Amministrazione presiede l’Assemblea e presenta la situazione morale dell’associazione.
Il tesoriere rende conto della sua gestione e presenta il bilancio all’approvazione dell’Assemblea.
L’Assemblea Generale:
o ascolta il rapporto di gestione,
o approva i conti dell’esercizio chiuso,
o vota il budget previsionale per l’esercizio successivo,
o delibera sugli argomenti messi all’ordine del giorno
o decide se è necessario rinnovare i membri del Consiglio d’Amministrazione
Tutte le delibere dell’Assemblea Generale sono prese a maggioranza semplice dei voti espressi.
Il voto è segreto se un socio lo richiede.
I verbali delle delibere delle assemblee sono registrati sul registro dei verbali e firmati dal Presidente.
Al termine dell’ordine del giorno, si procede, se previsto e a scrutinio segreto, al rinnovo dei membri del Consiglio di Amministrazione

Articolo 7: Assemblea Generale straordinaria
In conformità all’articolo 10 dello statuto, su proposta del Consiglio di Amministrazione o di almeno un terzo degli associati, può essere convocata un’Assemblea Generale straordinaria in caso di modifica essenziale dello statuto o difficile situazione finanziaria.
Tutti gli associati sono convocati almeno 8 giorni prima della data prevista ed i motivi della convocazione devono essere iscritti all’ordine del giorno.
Il voto si svolge secondo la seguente procedura:
o l’Assemblea Generale straordinaria è regolarmente costituita se sono presenti, o rappresentati, almeno un terzo dei soci
o se il quorum non è raggiunto, è convocata una seconda assemblea, con lo stesso ordine del giorno, entro 15 giorni
o in seconda convocazione non è richiesto alcun quorum
o lo statuto può essere modificato, sia in prima sia in seconda convocazione, solo a maggioranza dei due terzi dei soci presenti.
o I voti per procura o per posta non sono permessi.

Art. 8: Consiglio di Amministrazione
Conformemente all’art.11 dello Statuto, il Consiglio di Amministrazione ha per obiettivo di compiere o autorizzare qualsiasi azione o operazione che rientri nell’obiettivo di O50:
– convoca le Assemblee Generali
– controlla la gestione dei membri del Comitato e può chiedere un rendiconto delle loro azioni
– si pronuncia sulle ammissioni o radiazioni dei soci dell’associazione
– autorizza il Presidente ed il Tesoriere a fare tutti gli acquisti, alienazioni o noleggi necessari al funzionamento dell’associazione.
E’ composto da un minimo di 5 ad un massimo di 9 membri.
Modalità di funzionamento:
– si riunisce almeno due volte l’anno, su convocazione del Presidente o su richiesta di un terzo dei suoi membri le delibere sono valide solo in caso di presenza di almeno un terzo dei membri
– le decisioni sono prese a maggioranza; in caso di parità, il voto del Presidente è decisivo
– per ogni seduta è redatto un verbale
– i verbali sono firmati dal Presidente e da un Consigliere
– i verbali non devono presentare né spazi vuoti né correzioni ed essere redatti su fogli numerati conservati presso la sede dell’associazione
– i membri del Consiglio di Amministrazione non riceveranno alcun compenso per le loro funzioni
– sono possibili unicamente dei rimborsi spese debitamente verificati
– un Consigliere che, senza giustificazione, non abbia assistito a tre riunioni consecutive potrà essere considerato dimissionario.

Art 9: Il Comitato Esecutivo
In conformità con l’articolo 14 dello Statuto, il Comitato è l’organo permanente dell’associazione.
E’ composto da 3 dei membri del Consiglio di Amministrazione eletti/nominati dall’Assemblea Generale a scrutinio segreto:
o il Presidente
o il Vice Presidente
o il Tesoriere
Del Comitato Esecutivo fanno parte i leader di almeno tre Poli di Attività ed inoltre:
o il responsabile della Comunicazione
o il responsabile delle Tecnologie Informatiche
Tanto il responsabile della Comunicazione e quello delle Tecnologie Informatiche sono cooptati dal Presidente, sentiti gli altri due membri elettivi ed i Responsabili dei Poli.
Il Comitato ha il compito di gestire l’associazione.
Il Presidente, oltre a quanto stabilito dallo Statuto ha l’incarico di:
o rappresentare di pieno diritto l’associazione nei confronti della pubblica amministrazione e il giudizio;
o convocare e presiedere le riunioni del Comitato Esecutivo, del Consiglio di Amministrazione e dell’Assemblea Generale;
o amministrare l’associazione (firma dei contratti, assunzioni, rappresentanza nei confronti di terzi).
Il Vice Presidente ha l’incarico di:
o sostituire il Presidente in caso di impedimento
o di gestire i verbali di legge
Il Responsabile della Comunicazioni ha l’incarico di:
o di fare proposte di comunicazione al Comitato
o elaborare i piani di comunicazione dell’Associazione secondo le direttive del Comitato Esecutivo;
o portare in esecuzione detti piani di Comunicazione
o trovare eventualmente i supporti necessari
Il Responsabile delle Tecnologie Informatiche ha l’incarico di:
o pilotare la politica informatica decisa dal Comitato
o garantire l’avanzamento degli sviluppi e l’aggiornamento
o verificare la conformità con le leggi in vigore
Il Tesoriere ha l’incarico di:
o preparare il bilancio da presentare all’Assemblea Generale annuale dove renderà conto della propria attività
o effettuare i pagamenti
o incassare i crediti
o incassare le quote associative
o effettuare investimenti
o tenere la contabilità
o scegliere un Vice-Tesoriere, proponendolo per approvazione al CE

Art 10: I Poli di attività
I Poli di attività costituiscono il motore dell’associazione in quanto è alla loro sintesi che è demandato lo sviluppo dei programmi orientati a:
o la crescita dell’associazione;
o la selezione e la formazione degli associati;
o l’identificazione dei programmi a favore dell’impiego da parte delle Istituzioni;
o l’identificazione e l’implementazione dei pre-requisiti che debba soddisfare O50 I per entrare nei programmi delle Istituzioni;
o l’individuazione di nuove opportunità professionali presso le Imprese;
o il loro soddisfacimento attraverso lo sviluppo e l’implementazione di piani operativi mirati.
Ogni Polo ha un leader ed un co-leader per assicurare la necessaria continuità operativa.
Gli associati a O50 I sono invitati ad inserirsi in almeno un Polo di attività, a partecipare alle sue riunioni ed a contribuire costruttivamente alle sue attività.
La natura e gli obiettivi di O50 I rendono inevitabile che i suoi associati siano chiamati a ricoprire incarichi professionali e quindi, nel caso essi ricoprano ruoli operativi nell’associazione, a non poter continuare ad assicurare la disponibilità iniziale e necessaria al supporto dei programmi in essere.
E’ quindi previsto e prevedibile che si verifichi il ricambio nelle funzioni operativamente più esposte, tra le quali, i leader dei Poli di Attività portando al continuo avvicendamento di soci su di un ruolo operativo.
Questa caratteristica suggerisce la creazione di ridondanze nella struttura di O50 I con particolare riguardo alle funzioni di riferimento.
I soci componenti i Poli di Attività scelgono il proprio leader e lo propongono al Comitato Esecutivo.
Per quanto sopra esposto, ogni Polo è anche invitato a scegliere un co-leader
Il Comitato Esecutivo è chiamato a pronunciarsi sulla proposta e, in caso affermativo, il leader entra a far parte del Comitato Esecutivo stesso.

Art.11: Advisory Board
E’ un organo consultivo per il Consiglio di Amministrazione e per il Comitato Esecutivo formato da personalità non associate, ma sensibili alla missione e che condividono gli obiettivi strategici che si prefigge Obiettivo 50.
Il numero di componenti del Board non è al momento prefissato.
Qualunque socio può proporre al Comitato Esecutivo personalità da invitare a far parte del board. La decisione in merito è esclusiva del Comitato Esecutivo.
L’Advisory Board decade quando decadono le cariche elettive del Comitato Esecutivo.

5. Utilizzo del Marchio e rapporti con gli Sponsor

Art. 12: Utilizzo del Marchio da parte di un Socio
Ogni socio, in quanto tale, acquisisce il diritto di utilizzare il nome e il “cappello” di Obiettivo50 oltre alle occasioni nelle quali rappresenta l’associazione, anche nella sua attività di ricerca professionale personale, stampando i propri biglietti da visita con il marchio di O50, con la posizione occupata nell’Associazione e, se lo desidera, con l’indirizzo di e-mail @obiettivo50.it.

Art.13: Utilizzo del Marchio da parte di uno Sponsor
Uno Sponsor di Obiettivo50 ha il diritto di dichiarare se stesso o la propria ragione sociale come “patrocinati da Obiettivo50”, quindi p.es.
• essere indicati nel materiale di presentazione come “iniziativa patrocinata/promossa/caldeggiata da..”;
• essere oggetto di comunicazione ai media: “Obiettivo50 e la società XY hanno stretto un accordo di cooperazione”
• essere promossi, in qualunque contesto, da organi ufficiali di Obiettivo50 (Presidente, VP, CDA…)

Art. 14: Definizione di Sponsor
E’ una entità che, a fronte dei benefici descritti all’Art.12, offre alla Associazione un contributo finanziario o “in natura” (p.es. offre una sede stabile per riunioni, hosting del sito internet, il catering per un evento, ecc.).

Art. 15: Regime transitorio di un rapporto di sponsorizzazione
Si applica a quelle imprese che sorgono all’interno di O50 attraverso libera decisione di Soci e che desiderino avvalersi del “cappello O50” per meglio perseguire gli obiettivi di impresa.
Poiché O50 vede nelle iniziative imprenditoriali che sorgano trai soci un mezzo per eseguire la propria missione, O50 desidera supportarle nella fase di start up attraverso promozione delle stesse, nell’ambito della propria strategia imprese.
Poiché ancora, O50 ritiene che queste start up debbano necessariamente utilizzare con la massima efficienza le risorse finanziarie disponibili, ad esse non verranno richiesti oneri di sponsorizzazione per un periodo iniziale.
E’ prevista una revisione sullo stato del rapporto di sponsorizzazione, dopo sei mesi dall’inizio dell’impresa, da parte del Comitato Esecutivo di O50, attraverso un incontro con i Soci imprenditori al fine di decidere le modalità di continuazione del rapporto di sponsorizzazione stesso.

6. Disposizioni varie

Articolo 16: Modifiche del regolamento interno
Il regolamento interno è stabilito in conformità all’articolo 18 dello statuto dell’associazione.
Può essere modificato dall’Assemblea Generale su proposta del Comitato Esecutivo.
Il nuovo regolamento interno deve essere inviato, per posta, a tutti gli associati entro 30 giorni dalla data di modifica

Milano, 10 dicembre 2004
Il Presidente

  Scarica il Regolamento di Obiettivo 50

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi